MARGRAF

Padiglione B presente alla tavola rotonda MarmoArchitettura di Margraf.

Abbiamo avuto l’onore di essere stati invitati dall’architetto Antonio Morlacchi, direttore della rivista IoArch, a partecipare alla tavola rotonda che si è tenuta presso il polo logistico industriale di Margraf, con due progetti di impiego e uso del marmo.

La conferenza, dal titolo MarmoArchitettura, è stata moderata dal critico e storico dell’architettura Luigi Prestinenza Pugliesi, in collaborazione con Margraf e l’ordine degli architetti di Vicenza. Il confronto ha interessato 16 realtà di studi di progettazione architettonica per 20 progetti che rientrassero nello Spazio Pubblico, Architettura e Architettura di Interni. Il nostro studio si è presentato con due progetti di interior, in cui il marmo ha svolto una funzione di valorizzazione: Casa LB e Monolith.

Il marmo che arreda: Casa LB

In casa LB il marmo diventa elemento primario dell’arredo della cucina. L’isola della cucina interpreta diverse funzioni, sia come piano operativo di lavoro, come prolunga del tavolo da pranzo, sia come elemento d’arredo che completa l’ambiente soggiorno-cucina. La scelta del marmo è ricaduta nell’uso del Fior di Pesco, un vero must di Margraf, in quanto estratto da una loro cava di proprietà. Questo marmo ha rappresentato la scelta perfetta il contesto in cui è stato inserito, per via delle sue caratteristiche venature, dei colori e dell’impatto visivo complessivo.

La scelta del marmo è ricaduta nell’uso del Fior di Pesco, un vero must di Margraf, in quanto estratto da una loro cava di proprietà.

Reinterpretazione del marmo: Monolith

La seconda proposta non poteva che essere Monolith, il nostro bagno esterno, che rivoluziona l’utilizzo del marmo attraverso una prospettiva moderna. Sfruttando la tecnologia HoneyComb, Monolith reinterpreta l’impiego del marmo riducendone al minimo la quantità e aumentandone la leggerezza grazie all’accoppiamento con una lastra di supporto a nido d’ape in alluminio. Realizzato in marmo Verde Alpi sia all’esterno che all’interno, Monolith, con i suoi 800 kg distribuiti su circa 4 mq, trova collocazione ideale non solo in terrazzi esterni e a bordo piscina, ma anche all’interno delle abitazioni, al servizio di suite.

Entrambi i progetti sono stati oggetto di attenzione da parte di un particolarmente esperto e tecnico.

MarmoArchitettura: uno stimolo per la crescita e il miglioramento dell’architettura sartoriale

Ogni intervento aveva durata massima di 7 minuti e poteva essere accompagnato da una
presentazione proiettata. Il ritmo calzante ha fatto sì che tutte le esposizioni fossero seguite con grande attenzione e interesse. In 90 minuti tutti gli architetti hanno presentato i propri progetti, e nell’attesa della nostra presentazione abbiamo potuto ammirare il lavoro di molti dei nostri colleghi presenti, vedendo da vicino l’estrema qualità che l’architettura veneta continua ad esprimere.

I lavori ospitati presso MarmoArchitettura costituiscono una fonte continua di ispirazione e rappresentano per noi un’opportunità costante per approfondire la nostra ricerca e sviluppare ulteriormente i nostri progetti.

Come PadiglioneB, un piccolo studio che progetta in ambito sartoriale a scala ridotta, essere
selezionati per questa esposizione è stato oggetto di grande soddisfazione e orgoglio.

Vogliamo fare in modo che queste occasioni di confronto e di crescita possano rappresentare nuove opportunità per il nostro lavoro sia in ambito di espansione del lavoro stesso che di innalzamento della nostra qualità grazie proprio al confronto diretto con i nostri colleghi.

LEGGI L'ARTICOLO